.
Il nuovo eBook
Roma
tagliata male

La prima inchiesta completa sulla droga nella Capitale
La campagna
#agrovirus
Basta sfruttamento nei banconi dei supermercati
Firmate la petizione
Corso online
HTML5
Promo 10 posti a 69 € anziché 99 €
7 posti rimasti!
Tutto il catalogo a 9 euro
Tutti i nostri libri elettronici
in un solo file zip a prezzo scontato, in formato PDF o ePub
Le inchieste multimediali > Dis-integrati. Migranti e asilo - Rosarno - A3/Zenobia - Saluzzo - Come è prodotto il cibo? - La rivolta dei conferiti Tutte le inchieste
Chi siamo Archivio Autori Campagne Fotostorie Video Infografiche Podcast
Diari Corsi Servizi SED Libreria Catalogo eBook Presentazioni Recensioni Racconti
Shock economy all`italiana - Inchiesta su shock_economy - www.terrelibere.org
Le inchieste multimediali di terrelibere.org
Shock economy all`italiana

In Italia c'è chi ride per un terremoto. Ci sono enti locali che aspettano come manna dal cielo i soldi del dopo alluvione. Oppure emergenze inventate come Lampedusa o la spazzatura campana. L'inefficienza e la speculazione sono premiate. E ora arriva la nuova frontiera: l'assicurazione privata al posto dell'intervento statale. La scommessa finanziaria (il derivato) invece della prevenzione.

   
1
Reportage
La nuova frontiera della speculazione realizzata da Mario Monti
Assicurazioni, derivati e scomesse. La finanziarizzazione delle calamità naturali

Marco Letizia Il terremoto in Emilia passerà alla storia come l’ultima volta in cui lo Stato Italiano interviene a supporto delle comunità devastate da calamità. Ma non si tratta di una semplice esigenza di risparmio. C`è il rischio che si passi al sistema dell`assicurazione e dei derivati, già in uso negli Stati Uniti e in Giappone. In sostanza, una scommessa che gli investitori fanno sulla probabilità di una catastrofe naturale in un determinato luogo.



2
Podcast
I torrenti killer, le grandi opere e la Protezione civile
Disastri preparati con cura. Il dissesto idrogeologico di tutta la penisola

Antonello Mangano Dal fango di Messina all`alluvione di Genova fino alla neve di Roma. Con 25 miliardi di euro tutto il territorio nazionale potrebbe essere messo in sicurezza. Nell`era Bertolaso il bilancio del Dipartimento era di un miliardo l`anno. E si pagavano congressi eucaristici e pellegrinaggi a Loreto. L`Italia deve avere paura dei torrenti: le alluvioni (con decine di morti) sono il frutto in gran parte della cattiva gestione dei corsi d`acqua. Fainotizia.it



3
Reportage
Alluvioni, le catastrofi preparate con cura
Da Nord a Sud, i manager del disastro

Previsioni mai fatte, new town deserte, fondi bloccati e asfalto su luoghi alluvionati. In Italia il disastro non si previene, si crea. E poi si gestisce. Dal Veneto alla Sicilia, dalla Liguria alla Calabria il modello è identico. Non si mettono in sicurezza i versanti delle montagne, non si puliscono gli alvei dei fiumi, non si rafforza la resistenza sismica delle abitazioni. E dopo la catastrofe parte la litania del `disastro annunciato`. Left



4
Reportage
Una testimonianza dai luoghi dell`alluvione
Barcellona, 22 novembre. Cementificazione selvaggia e poi un mare di fango

Abusivismo? Costruzioni sanate. Prevenzione? Osservazione dei disastri precedenti. La causa? Cementificazione dei torrenti. Così Barcellona Pozzo di Gotto è diventata un fiume di fango. Le vie naturali per il deflusso delle acque piovane sono ostruite da anni. Le istituzioni sono immobili. La società civile si organizza e grida: la nostra città può rinascere, ora tocca a noi. E il vittimismo non serve. Circolo Arci Città Futura



5
Reportage
La politica dei disastri diventa prostituzione del territorio
Il fango di Messina è il laboratorio della Shock Economy

Luigi Sturniolo Dopo l`ennesima alluvione, andrebbe messo in discussione il modello di gestione del territorio, l’aggressione cui è stato sottoposto, la cementificazione, l’annullamento dei torrenti, l’abbandono delle coltivazioni, le speculazioni edilizie, l’assalto alle colline. Invece prevale ancora la politica dei disastri e delle emergenze. Anche perché è diventato l`unico modo per ottenere fondi pubblici.






6
Articolo
I miracoli di “Santa Emergenza”, 500 milioni a pioggia per la guerra dell’anno scorso
Inchiesta / Protezione civile. Lo stato di emergenza “Nord Africa”
Antonello Mangano Da febbraio 2011 (e almeno fino a dicembre di quest`anno) l`Italia è in stato di emergenza per 20mil...

7
Articolo
Lampedusa is burning. Come creare un`emergenza
Audioinchiesta. Shock economy all`italiana
Antonello Mangano Nel settembre 2011 il centro migranti di Lampedusa bruciava. Un`emergenza costruita sull`inefficienz...

8
Articolo
Disastri preparati con cura. Le alluvioni di Messina e il Ponte sullo Stretto
I torrenti coperti, le megadiscariche, i politici locali
Antonello Mangano Nel 1998 il torrente Annunziata straripò uccidendo 5 persone. Un anno fa la giunta comunale chiedeva...

8
Articolo
Lampedusa Shock Economy. Ora anche i migranti sono una mucca da mungere
Un copione sempre uguale: dall`emergenza alle ruberie
Antonello Mangano Berlusconi a Napoli, in Abruzzo, a Messina e infine a Lampedusa. Il copione è sempre uguale, uno spe...
Inizio pagina
Home page  |  Mobile  |  Corsi  |  Video  |  Autori  |  Archivio  |  Mailing list  |  Contatti
Creative Commons License Copyright. Tutti i contenuti del sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons
Questo sito non ha carattere di periodicita' non essendo aggiornato con intervalli regolari. P.IVA 02977070834
made by liotren.com Hosting Linux, CMS e applicazioni realizzate da Liotren.com