.
Il nuovo eBook
Roma
tagliata male

La prima inchiesta completa sulla droga nella Capitale
La campagna
#agrovirus
Basta sfruttamento nei banconi dei supermercati
Firmate la petizione
Corso online
HTML5
Promo 10 posti a 69 € anziché 99 €
7 posti rimasti!
Tutto il catalogo a 9 euro
Tutti i nostri libri elettronici
in un solo file zip a prezzo scontato, in formato PDF o ePub
Le inchieste multimediali > Dis-integrati. Migranti e asilo - Rosarno - A3/Zenobia - Saluzzo - Come è prodotto il cibo? - La rivolta dei conferiti Tutte le inchieste
Chi siamo Archivio Autori Campagne Fotostorie Video Infografiche Podcast
Diari Corsi Servizi SED Libreria Catalogo eBook Presentazioni Recensioni Racconti
Come viene prodotto il cibo che state mangiando? - Inchiesta su migranti_lavoratori - www.terrelibere.org
Le inchieste multimediali di terrelibere.org
Come viene prodotto il cibo che state mangiando?

Le arance, i pomodori, le patate. Sono raccolti dai migranti in tutte le campagne del Sud, in condizioni estreme e nell"indifferenza generale. Gli unici interventi sono tendopoli e campi container, come se fosse una guerra e non una normale attività economica. Eppure proprio nelle campagne sono nati i movimenti contro mafia e sfruttamento: la rivolta di Rosarno, gli scioperi di Nardò e Castel Volturno.

   
1
Reportage
La filiera globale
Da Salerno a Roma via Inghilterra. Il viaggio assurdo di un barattolo di pomodori

Antonello Mangano Perché un barattolo di pelati comprato nel centro di Roma riporta la scritta “Importe d`Italie”? “E` verosimile che sia stato venduto a un grossista inglese”, dice la ditta che li ha confezionati. Dall`estero sarebbe tornato in Italia. Il giro d`Europa per spostarsi da Salerno alla capitale. Le scatole di metallo viaggiano liberamente, i migranti africani che fanno la raccolta in Puglia no. E il doppio concentrato italiano venduto a prezzi stracciati distrugge le economie dei loro paesi.



2
Infografica
Ricostruzione della filiera delle arance
Dai campi di Rosarno al bancone del tuo supermercato (infografica)

Redazione terrelibere.org La filiera delle arance è un sistema a strati, dove il livello superiore scarica su quello inferiore il disagio della crisi e i rischi del mercato. Tutti tranne i braccianti africani, l`ultimo anello della catena ma anche (finora) quello più attivo e consapevole. Eppure lo sfruttamento non è mai giustificato. La soluzione è chiedere un equo compenso. Per tutti.



3
Reportage
Piana di Sibari. ‘Ndrangheta, ronde e truffe
Diecimila migranti nei campi, gli italiani incassano la disoccupazione

Antonello Mangano Nella Piana di Sibari si venera la Madonna nera. La chiamavano ‘dea degli schiavi`. Alle sue spalle circa 10mila stranieri raccolgono per pochi euro al giorno le arance che finiranno sulle nostre tavole. Pagano affitti da 150 euro a posto letto e sono stati vittime di ronde razziste. Gli italiani sono nelle tabelle dell`Inps e ricevono le indennità senza andare nei campi. Tra lo stabilimento di Rino Gattuso e la statale delle prostitute, il paradosso della povertà in mezzo all`abbondanza.



4
Reportage
Sfruttamento e dignità. Un pezzo d`Italia invisibile
Boreano. La città fantasma dei raccoglitori di pomodoro

Raffaella Cosentino Chiusa la raccolta del pomodoro anche in Basilicata. Gli africani sono stati pagati a cottimo, 3 euro a cassone. Come sempre. Alcuni di loro vengono dallo sciopero di Castel Volturno, altri da quello di Nardò. Ma qui intervengono le macchine, e le braccia servono solo in caso di pioggia. Intanto quest`anno il prezzo del pomodoro è aumentato. Ma il lavoratori non se ne sono accorti. Le loro "paghe" rimangono uguali. Redattore Sociale



5
Reportage
Migranti e lavoro in agricoltura
Nardò. Il primo sciopero dei braccianti africani

Antonello Mangano “Tutto ciò che c`è di bello al mondo si è ottenuto manifestando” dice il leader dei braccianti. E` camerunense, studia ingegneria a Torino e raccoglie i pomodori in Puglia per pagarsi le tasse d`iscrizione. I caporali lo hanno minacciato di morte perché lo sciopero dei braccianti africani – il primo in assoluto – può far saltare un sistema fatto di sfruttamento e brutalità. Linkiesta.it





La campagna
Basta sfruttamento nei banconi dei supermercati
Campagna #agrovirus / Salari dignitosi e filiera trasparente


6
Articolo
Smarrito l’insegnamento di Rosarno. E gli immigrati non sono una ‘polveriera’
Il ruolo dei migranti secondo la Cgil
Antonello Mangano L`ultimo rapporto IRES-Cgil presenta l`Italia come una polveriera pronta a esplodere. Esisterebbero ...

7
Articolo
“Vi perseguiteranno ancora, ma alla fine avrete ragione”
Rosarno, gli africani tracciano la `Via Campesina`
Antonello Mangano Incontro nel territorio rosarnese del gruppo di studio “Via Campesina”, rete che unisce centinaia di...

8
Articolo
Castel Volturno. Gli africani hanno scioperato per noi
Migranti
Antonello Mangano Migliaia di africani hanno presidiato le piazzole del caporalato tra Napoli e Caserta. “Non lavoriam...

9
Articolo
Nessuna pietà. Un libro racconta la dignità dei braccianti africani
`Voi li chiamate clandestini` di Laura Galesi e Antonello Mangano
Redazione terrelibere.org Sono gli ultimi, gli schiavi, i poveri africani. Oppure clandestini e criminali, gente che porta deg...
Inizio pagina
Home page  |  Mobile  |  Corsi  |  Video  |  Autori  |  Archivio  |  Mailing list  |  Contatti
Creative Commons License Copyright. Tutti i contenuti del sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons
Questo sito non ha carattere di periodicita' non essendo aggiornato con intervalli regolari. P.IVA 02977070834
made by liotren.com Hosting Linux, CMS e applicazioni realizzate da Liotren.com